Aspettando l'onda giusta.

Mi sono bloccato.

Catapultato in questo nuovo mondo ho perso la linea del blog/discorso. Questo non vuol dire che abbia smesso di ricercare:

Piuttosto mi sento come un ragazzino che dopo una intera giornata in spiaggia a raccogliere conchiglie tocca ovviamente pulire tutto per bene dalla sabbia. Rifinire. Curare.

Questa nuova piattaforma mi intimorisce un po', lo ammetto. Mi passerà.

Vi chiederete:

-" Si vabbè, ma le ricette? Il cibo? Il viaggio? Guarda che se vuoi scrivere i cxxxi tuoi puoi tranquillamente comprare un diario e magari da brava teenager attaccarci gli stencil delle Bratz e riempirlo di brillantini"-.

Come darvi torto? Vi capisco. Ed in parte vi do anche ragione.

Solo che il tutto non è ancora iniziato.

Il sito è online ma io sono offline. Ma ancora per poco.

A presto

Aldo “Ostevagabondo”